Articles

Un tribunale degli Stati Uniti afferma il tuo diritto di lanciare l’uccello ai poliziotti

Probabilmente non è una buona idea dare a qualsiasi autorità il dito medio. Ma se sei negli Stati Uniti e vuoi esprimerti crudamente, il tuo diritto a farlo è stato affermato da una giuria di tre giudici in un affascinante parere della Corte d’appello del Sesto Circuito emesso il 13 marzo (pdf).

“Attacchi di maleducazione o mancanza di gratitudine possono violare la Regola d’oro. Ma questo non li rende illegali o per quella materia punibili o per quella materia motivi per un sequestro, ” scrive il giudice Jeffrey Sutton in Debra Lee Cruise-Gulyas v. Matthew Wayne Minard.

La decisione deriva da una fermata del traffico di giugno 2017 che ha dato origine a complesse richieste di legge costituzionale. Minard è un poliziotto del Michigan che ha fermato Cruise-Gulyas per eccesso di velocità. Le ha dato un biglietto per una violazione minore e non commovente, pensando che le stesse facendo un favore. Ripagò l’ufficiale lanciandogli l’uccello dopo che il loro incontro era finito, mentre lei stava guidando via.

Turbato da questo gesto, Minard si vendicò. Ha tirato Cruise-Gulyas di nuovo per regolare il biglietto iniziale e emettere una violazione di eccesso di velocità.

Questa volta, Cruise-Gulyas ha fatto molto di più che dare all’ufficiale il dito medio. Ha citato in giudizio Minard per aver violato i suoi diritti costituzionali, sostenendo che l’ha irragionevolmente sequestrata in violazione del quarto emendamento, si è vendicata in violazione della garanzia del Primo emendamento alla libertà di parola e ha limitato la sua libertà in violazione della clausola del giusto processo del 14 ° emendamento.

Minard, a sua volta, spostato per respingere il caso sulla base di un concetto chiamato “immunità qualificata.”Ha sostenuto che gli agenti di polizia non possono essere citati in giudizio per quello che fanno a titolo professionale. E questo è vero, purché l’ufficiale non violi i diritti costituzionali o statutari chiaramente stabiliti di una persona. In altre parole, se una questione legale è instabile o i fatti di un caso sono in discussione e un ufficiale potrebbe violare i diritti, non possono essere ritenuti responsabili per aver formulato giudizi ragionevoli ma errati su questioni legali aperte. Ma quando si è verificata chiaramente una violazione, come la rappresaglia per aver lanciato l’uccello, la polizia potrebbe ancora essere responsabile. Un tribunale inferiore ha negato la mozione di Minard per respingere.

L’ufficiale di polizia fece appello, sostenendo che anche se violava i diritti costituzionali di Cruise-Gulyas, quei diritti non erano così chiaramente stabiliti da non meritare le protezioni dell’immunità qualificata. Fondamentalmente, stava sostenendo che non è ovvio se un individuo può insultare un ufficiale dando loro il dito medio. La corte d “appello, però, fortemente in disaccordo con questo argomento, citando una sfilza di casi in cui i cittadini capovolto poliziotti che mostrano il gesto è” greggio ma non criminale.”Come ha osservato il giudice Sutton,” Questo antico gesto di insulto non è la base per un ragionevole sospetto di una violazione del traffico o di un’attività criminale imminente.”

Il pannello giudiziario ha concluso che Minard non aveva alcuna base per tirare Cruise-Gulyas più di una seconda volta per regolare il suo biglietto. Quella seconda fermata è stata una violazione del suo quarto emendamento diritto di essere libero da perquisizioni e sequestri irragionevoli del governo ed è stata fondata su un esercizio dei suoi diritti di libertà di parola. “Non importa quanto lo tagli, il gesto rozzo di Cruise-Gulyas non poteva fornire quella nuova giustificazione” l’ufficiale aveva bisogno per la seconda fermata del traffico che ha dato origine alle rivendicazioni costituzionali, secondo la corte.

Emettendo un biglietto più severo basato sul gesto volgare, l’ufficiale stava agghiacciando la libertà di parola e cercando di dissuadere Cruise-Gulyas dall’esprimersi allo stesso modo in futuro, ha stabilito la corte. E non va bene. Come spiega l’opinione, ” Qualsiasi ufficiale ragionevole saprebbe che un cittadino che alza il dito medio si impegna nella parola protetta dal Primo emendamento.”