Articles

Tè in gravidanza: può essere preso?

Puoi bere il tè durante la gravidanza? È una delle domande più frequenti che ricevo. Questo periodo porta infiniti dubbi e il tè, una delle bevande più consumate al mondo, non è estraneo a questo. Vi invito a scoprirlo in questa nota.

¿Puoi bere il tè in gravidanza?

Il tè in gravidanza è uno dei problemi più curiosi. Se amavi il tè prima di rimanere incinta, è probabile che tu abbia considerato quanto è buono e, in caso contrario, quali opzioni potrebbero diventare buoni sostituti. In questa nota cerchiamo di rispondere ad alcune di queste domande.

La prima cosa che dobbiamo sapere è che la caffeina è un prodotto sicuro per il consumo umano.

La Food and Drug Administration degli Stati Uniti elenca la caffeina come alimento sicuro e assicura che, se consumata in quantità moderate, non sia dannosa per il corpo. Il consumo moderato si riferisce ad un’assunzione fino a 400 mg al giorno.

Per quanto riguarda la gravidanza, iniziamo con la cosa più importante per chiarire il quadro: la caffeina può rimanere nel corpo delle donne incinte più a lungo del solito, quindi le donne incinte devono avere più controllo nella quantità di caffeina consumata al giorno.

La caffeina è nota per essere in grado di attraversare la placenta e raggiungere il bambino in via di sviluppo.

In questo senso, l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di moderare il consumo di caffeina durante la gravidanza, poiché la sua assunzione eccessiva è correlata ad un aumento delle possibilità di soffrire di aborti spontanei e alla nascita di bambini con peso inferiore.

Secondo diversi studi, il consumo di oltre 200 mg di caffeina / teina al giorno durante la gravidanza è direttamente correlato alla riduzione del peso alla nascita.

Quindi? Le donne incinte possono consumare il tè (infusione di Camellia sinensis) purché si tratti di un consumo moderato (massimo 200 mg di caffeina al giorno).

Finché parliamo di consumo moderato e il medico ha dato la sua approvazione, le infusioni giornaliere non devono essere un problema durante la gravidanza.

La chiave è controllare la quantità di tè consumata al giorno e imparare come scegliere correttamente quale tè bere: fondamentalmente, meno caffeina viene consumata, meglio sarà per il bambino durante la gestazione e l’allattamento al seno.

Se vuoi saperne di più su argomenti di salute come questo, ti invito a partecipare al nostro corso di tè e salute, insegnato in collaborazione con il Dr. Rafael Danielo.

¿Quali tè sono raccomandati durante la gravidanza?

Come ho detto sopra, i medici raccomandano l’uso di tè che contengono una quantità inferiore di caffeina (o tè con più caffeina ma in quantità inferiori) durante la gravidanza.

I tè che contengono meno caffeina sono: tè verde hojicha, bancha, oolong al forno, il resto degli oolong in generale, seguiti da tè a foglia bianca (come Shao Mee e Gong Mei).

I tè neri e scuri di solito hanno più caffeina, ma la quantità per tazza dipende da fattori climatici, genetica delle piante, processi di fermentazione attraverso le foglie e come viene prodotto il tè.

Quanto tè posso bere durante la gravidanza?

sappiamo che le foglie della pianta del tè sono tra l ‘ 1,4% – 4% di caffeina, il peso della foglia secca, ma la quantità che si beve nell’infusione è sempre inferiore, poiché parte della caffeina viene lasciata sul foglio per preparare l’infusione, e questo varia a seconda del tipo di tè e del suo metodo di preparazione.

Secondo il parere scientifico dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), il tè nero contiene circa 22 mg/100 ml, mentre in verde scende a 15 mg/100 ml, quindi una tazza di tè classico (tipo inglese) che di solito contiene 150 ml, può avere tra 22 e 33 ml di caffeina.

Se si beve una tazza grande (200 ml) la quantità di caffeina ingerita per tipo di tè varia tra 30 e 44 ml per tazza.

Quindi il tè in gravidanza, prendendo da 3 a 4 tazze di tè al giorno, è sicuro e garantisce il tuo momento di divertimento.

Quanta caffeina ha il tè rispetto al caffè?

Diversi studi di laboratorio e ospedalieri offrono risultati variabili. Si ritiene generalmente che una tazza di caffè possa equivalere a 5 tazze di tè.

Caffè filtro …………. 130 mg di caffeina ( per tazza da 200 ml)

Tè………… 30-44 mg di caffeina (per tazza da 200 ml)

Effetti dell’infusione di camomilla durante la gravidanza

Le infusioni di camomilla sono tra le più scelte durante la gravidanza grazie ai loro molteplici benefici: è stato dimostrato che aiuta a ridurre l’infiammazione delle articolazioni, allevia la nausea, aiuta la digestione e facilita il sonno. È anche una fonte di calcio e magnesio. Certo, purché sia bevuto con moderazione-una tazza al giorno o due al massimo-e con l’approvazione di un medico.

Tè verde Matcha in gravidanza

Il tè verde Matcha contiene elevate quantità di caffeina (ricorda che il matcha è formato da foglie di tè verde macinato, che ingeriamo completamente quando lo beviamo).

Ecco perché il matcha si rivela un po ‘ stimolante: un punto che, verso la fine della gravidanza, quando compaiono difficoltà ad addormentarsi, può essere un problema. Ecco perché dovrebbe essere considerato limitare il consumo di questo tè in gravidanzaa un massimo di una tazza al giorno (in totale, tra tutto il tè consumato).

Quali tipi di tè o infusione non sono consigliati durante la gravidanza?

Come abbiamo detto, i tè particolarmente ricchi di caffeina dovrebbero essere limitati durante la gravidanza o, in ogni caso, sostituiti da tè deteinati. Oltre al tè matcha, nero e puerh, dovresti anche evitare o moderare il consumo di tè Chai:una famosa miscela di tè a base di tè nero speziato che contiene un alto livello di teina, quindi non dovresti bere più di una o due tazze a settimana.

¿Quali tipi di tè o infusione posso assumere durante la gravidanza?

Al di là di quanto discusso sopra, è importante ricordare che infusi e tè sono sempre grandi alleati quando si tratta di idratare il corpo con più di una semplice acqua. In questo senso, c’è una lunga lista di” tè sicuri ” per questo periodo che forniscono nutrienti importanti sia per la madre che per il bambino. Qui ci sono alcuni:

  • Infuso di zenzero: è un ottimo alleato per alleviare la classica nausea. Inoltre, aiuta il processo di digestione e problemi di stomaco. Puoi prendere una o due tazze al giorno.
  • Infusione di menta piperita: un’altra buona infusione per alleviare la nausea e il vomito comuni nei primi mesi di gravidanza. È ideale per rilassare i muscoli dello stomaco e aiutare a calmare lo stomaco.
  • Infuso di foglie di tarassaco: è ricco di potassio e ha un lieve effetto diuretico, quindi il suo consumo è raccomandato alla fine della gravidanza, quando la ritenzione di liquidi è un problema.
  • Rooibos: è una delle infusioni più raccomandate in gravidanza poiché non contiene teina / caffeina, contiene calcio, magnesio e molti antiossidanti. Ha anche effetti positivi sulla digestione e può alleviare coliche e reflusso. La cosa migliore è che è delizioso sia freddo che caldo.

Tè con cannella in gravidanza

Questa spezia proveniente dall’India è popolare per la sua capacità di guarigione di alleviare il dolore, regolare il livello di zucchero e colesterolo, nonché per i suoi effetti antinfiammatori e antibatterici.

Tuttavia, contenendo glicirrizina, la cannella può causare crepe nella placenta durante la gravidanza. Inoltre, ha cumarina, che potrebbe far avanzare il lavoro se consumato in eccesso.

D’altra parte, consumare molta cannella durante il periodo di alimentazione del bambino può innescare un’ipersensibilità allergica.

Consumo di tè durante l’allattamento

La caffeina passa anche nel latte materno, quindi questa condizione dovrebbe essere presa in considerazione. Se bevi molto tè durante il periodo di allattamento al seno, è probabile che il bambino sia irrequieto, irritabile e assonnato.

Ecco perché è importante non solo la quantità che viene consumata ma il tempo in cui viene consumata. Il tempo in cui la caffeina viene metabolizzata nel corpo è di circa 4-6 ore, questa volta, come abbiamo visto in precedenza, è prolungato nella donna incinta.

La caffeina non ha dimostrato di causare difetti alla nascita, malformazioni ed è considerata sicura in gravidanza, in quantità ragionevoli. Nei casi di donne con difficoltà a rimanere incinta, si raccomanda di non consumare caffeina.

Conclusioni sul tè in gravidanza

Finché viene consumato moderatamente (fino a 3/4 tazze al giorno) il tè può essere consumato dalle donne in gravidanza senza problemi (purché non si abbiano condizioni mediche speciali).

Esaminiamo questo e molti altri argomenti relativi alla salute in modo approfondito nel nostro corso di tè e salute. Lo dettiamo in diretta online. Abbiamo date disponibili!

Anche se spero di aver chiarito quali sono i benefici del tè in questo periodo e quali infusi dovresti evitare, è importante ricordare ancora una volta l’importanza di consumare con grande moderazione e sempre con il consenso del medico.

Durante la gravidanza, la cosa migliore da fare è risolvere qualsiasi domanda tu possa avere con il tuo medico, poiché questo è importante per la tua salute e quella del tuo bambino.