Articles

Sure Dividend

Updated on May 20th, 2019 by Josh Arnold

Le più grandi banche canadesi hanno dimostrato negli ultimi dieci anni che non solo sopportano momenti di costrizione economica meglio delle loro controparti americane, ma che possono crescere a tassi elevati uscendo da una recessione pure. Il gruppo nel suo complesso paga anche dividendi molto bello, che li rende attraenti per gli investitori di reddito.

Anche le valutazioni sono rimaste piuttosto basse di recente, aumentando di conseguenza i rispettivi profili di rendimento totale.

In questo articolo, daremo un’occhiata a quattro grandi banche canadesi – la Royal Bank of Canada (RY), La Bank of Nova Scotia (BNS), Bank of Montreal (BMO) e Toronto-Dominion Bank (TD) – e classificarle in ordine di rendimento totale prospettico più alto.

Nota: il Canada impone una ritenuta al dividendo del 15% agli investitori statunitensi. In molti casi, investire in azioni canadesi attraverso un conto di pensionamento degli Stati Uniti rinuncia al dividendo ritenuta alla fonte dal Canada, ma verificare con il vostro preparatore fiscale o contabile per ulteriori informazioni su questo tema.

Le prime quattro grandi banche in Canada sono molto socievoli, con rendimenti in contanti interessanti. Tutti e quattro sono sulla nostra lista di 1.263 titoli che pagano dividendi dal settore finanziario. È possibile scaricare l’intero elenco facendo clic sul link sottostante:

Ulteriori informazioni possono essere trovate nel database di Sure Analysis Research, che classifica le azioni in base al loro dividend yield, al potenziale di crescita degli utili per azione e alla valutazione per calcolare i rendimenti totali. Le azioni sono elencate nell’ordine seguente, con #1 che è il più attraente per gli investitori oggi.

Continua a leggere per vedere quale banca canadese è classificata più alta nel nostro database di ricerca Sure Analysis.

Canadian Bank Stock #4: Bank of Montreal

Bank of Montreal è stata costituita nel 1817, diventando la prima banca del Canada. Gli ultimi due secoli hanno visto Bank of Montreal crescere in una centrale elettrica globale di servizi finanziari e oggi, ha più di 1.500 filiali. Bank of Montreal ha una capitalizzazione di mercato di CAD billion 66 miliardi.

Oltre al trading sul New York Stock Exchange, Bank of Montreal stock commercia sul Toronto Stock Exchange, come fanno gli altri titoli in questo articolo. È possibile scaricare un database delle società all’interno del TSX 60 di seguito:

Il recente rapporto sugli utili Q1 di Bank of Montreal è stato per lo più in linea con le aspettative e la banca continua a funzionare bene. I ricavi totali hanno guadagnato il 6% poiché la debolezza delle attività sensibili al mercato della banca è stata più che compensata dalla forza dei segmenti bancari personali e commerciali, sia negli Stati Uniti che in Canada.

L’utile netto dell’unità bancaria statunitense è aumentato di un impressionante 42% anno su anno, più che compensando un calo del 10% dalla gestione patrimoniale e un calo del 3% dalla sua attività sui mercati dei capitali. La volatilità del mercato in azioni e altre classi di attività per chiudere 2018 ha avuto il suo pedaggio sui risultati di Bank of Montreal, ma ha funzionato molto bene alla luce di questo significativo vento contrario.

Fonte: Q1 earnings presentation, page 16

La qualità del credito di Bank of Montreal rimane eccezionale, come possiamo vedere da questo grafico dalla presentazione degli utili Q1. Il libro dei prestiti della banca era più grande anno su anno, ma le perdite di credito si sono ridotte sia su base in dollari che in percentuale dei prestiti.

Gli accantonamenti totali per perdite su crediti sono scesi da $141 milioni a $137 milioni anno su anno, poiché una certa debolezza nella qualità del credito nel business canadese P&C (P& C è l’abbreviazione di Property &Casualty Insurance) è stata più che compensata da una performance molto forte del business statunitense P& C. Questa è una delle caratteristiche interessanti di Bank of Montreal in quanto le sue pratiche di prestito sono sempre di alto livello, con conseguente forte qualità del credito.

La posizione patrimoniale della banca rimane forte così come. Il suo common equity tier 1 ratio è pari all ‘ 11,4%, sostanzialmente stabile anno su anno. Questo perché Bank of Montreal distribuisce quasi tutto il capitale che viene generato attraverso forti guadagni tramite dividendi e riacquisti di azioni. Il suo cuscinetto di capitale è più che sufficiente per resistere a una recessione, quindi è libero di restituire nuovo capitale agli azionisti piuttosto che tenerlo nel suo bilancio.

L’utile per azione rettificato è arrivato a $2.32 in Q1, un aumento del 10% rispetto al periodo comparabile dello scorso anno. Stiamo ribadendo la nostra stima di earnings 9.55 in utili per azione per quest’anno dopo il rapporto Q1 in linea.

Separatamente, Bank of Montreal ha annunciato che avrebbe riacquistato fino a 15 milioni di azioni, pari a circa il 2% del flottante.

La performance degli utili di Bank of Montreal è stata molto stabile negli ultimi dieci anni. Ha prodotto maggiori guadagni per azione ogni anno dal 2009 e per quest’anno prevediamo un utile per azione di $9.55 e prevediamo una crescita annuale del 4% da allora in poi.

Vediamo una bassa crescita dei ricavi a una cifra come il principale motore della crescita degli utili per azione in avanti, così come un debole vento in coda a una cifra dai riacquisti di azioni. Un’ulteriore espansione dei margini sarà difficile da raggiungere, dato che i margini della banca sono già molto forti, così come la qualità del credito. Bank of Montreal dovrebbe continuare a svolgere bene, ma la crescita futura da record sarà difficile da raggiungere.

Il dividendo dovrebbe crescere a circa il tasso di crescita degli utili per azione a metà singola cifra, il che implica un payout di $5,00 nel 2024. Ciò dovrebbe mantenere il rendimento nell’area high-3%, mantenendo la Bank of Montreal saldamente nella categoria delle scorte di reddito.

Il rapporto prezzo / utili del titolo non si è spostato molto negli ultimi dieci anni e il suo attuale multiplo di 10.8 si confronta favorevolmente con la sua media a lungo termine di 11.7, che vediamo come fair value. Se la valutazione dovesse tornare alle norme storiche, vediamo un vento in coda dell ‘ 1,5% annuo da una valutazione leggermente più alta.

Bank of Montreal sembra una scelta decente per i nuovi investitori, in particolare ora che il titolo è scambiato al di sotto del fair value. Stiamo prevedendo 9.3% dei rendimenti totali annui guardando al futuro, che consiste nel rendimento da dividendo del 3,8%, nella crescita dell’utile per azione del 4% e in una flessione dell ‘ 1,5% derivante da una valutazione più elevata. Bank of Montreal è una scelta forte per gli investitori di reddito oggi e il titolo ha un prezzo inferiore al fair value.

Canadian Bank Stock #3: Toronto-Dominion Bank

Toronto-Dominion Bank risale al 1855 quando fu fondata la Banca di Toronto. La piccola istituzione-formata da mugnai e commercianti – da allora è sbocciata in un’organizzazione globale con dipendenti 85,000 e più di CAD trillion 1.3 trilioni di asset. La banca ha una capitalizzazione di mercato attuale di CAD billion 136 miliardi.

Toronto-Dominion ha riportato utili Q1 a fine febbraio e i risultati sono stati generalmente in linea con le aspettative. L’utile per azione rettificato è salito di un centesimo a $1.57 anno su anno, poiché la forza in alcune linee di business è stata compensata dalla debolezza in altre.

Il più grande segmento della società, Canadian Retail, ha visto il suo utile netto rettificato aumentare del 6% anno su anno su un guadagno di 8%. L’attività retail statunitense ha visto un utile netto rettificato aumentare del 9% durante il trimestre, grazie a saldi di credito più elevati, depositi più elevati e margini di interesse più elevati.

Il segmento Wholesale, d’altra parte, ha sofferto materialmente poiché i ricavi sono crollati del 35% e l’utile netto è stato effettivamente negativo contro un utile di $300 milioni nel periodo di un anno fa. I risultati all’ingrosso sono stati abbastanza scarsi da compensare essenzialmente tutta la crescita degli altri segmenti per Toronto-Dominion, ma dato il rimbalzo dei mercati azionari di tutto il mondo in Q1, questo segmento dovrebbe apparire molto meglio per Q2.

I ricavi totali del trimestre sono aumentati del 6,6%, mentre gli accantonamenti per perdite su crediti sono aumentati del 23%, i sinistri assicurativi sono aumentati del 22% e le spese adjusted noninterest hanno guadagnato il 7,7%. Tutto questo combinato ha portato a guadagni praticamente piatti anno su anno, ma come affermato, riteniamo che questo sia stato un evento una tantum. Stiamo ancora prevedendo earnings 6.45 in utili per azione per 2019 su un rimbalzo che inizia in Q2.

Anche la posizione patrimoniale di Toronto-Dominion rimane molto forte ,poiché il coefficiente di capitale tier 1 del common equity è salito al 12% dal 10,6% del periodo di un anno fa. Inoltre, la banca ha recentemente aumentato il suo dividendo a annually 2.96 per azione all’anno.

Fonte: Investor presentation, pagina 14

L’utile per azione della società è stato molto forte negli ultimi dieci anni. TD è cresciuto utili per azione ad un tasso medio di 11% negli ultimi dieci anni, compresa la crescita in ogni anno dal 2009. Guardando al futuro, ci aspettiamo una crescita degli utili annuali del 7%, che è nella parte inferiore della guida del management nei prossimi anni dal 7% al 10%. Dato il ritardo dell’attuale ciclo economico, riteniamo che una certa cautela sia prudente.

L’espansione degli utili deriverà dalla crescita dei ricavi a seguito dell’espansione del portafoglio prestiti. Una certa espansione dei margini è anche all’orizzonte da saldi di prestito più elevati, ma Toronto-Dominion è già molto redditizia e le sue perdite creditizie sono stabili, il che significa che è improbabile che minori perdite sui prestiti siano una fonte di crescita dei margini nel prossimo futuro. Tuttavia, dato il suo track record di crescita, riteniamo che 7% sia un’aspettativa ragionevole.

In termini di valutazione, il titolo ha un rapporto prezzo / utili di 11,5, che è appena al di sotto della nostra stima di fair value a 12 volte gli utili. Un piccolo 0.9% di vento in coda ai rendimenti totali può derivare dalla valutazione che aumenta leggermente nel tempo, ma nel complesso, lo stock sembra abbastanza valutato.

Prevediamo un rendimento annuo dell ‘ 11,8% nei prossimi cinque anni, costituito dal dividend yield della società del 3,9%, da una crescita degli utili per azione del 7% e da una flessione dello 0,9% rispetto al rapporto prezzo / utili. Toronto-Dominion è quindi una scelta forte per gli investitori alla ricerca di un alto rendimento corrente o di crescita degli utili per azione, ed è uno stock che sembra un prezzo ragionevole.

Banca canadese Stock # 2: La Royal Bank of Canada

La Royal Bank of Canada, o RBC, offre una vasta gamma di servizi finanziari ai propri clienti, principalmente negli Stati Uniti e in Canada. RBC ripercorre la sua storia al 1860 quando è stata fondata. Oggi è presente in 50 paesi in tutto il mondo. Ha una capitalizzazione di mercato di CAD billion 150 miliardi.

Fonte: Q1 earnings presentation, page 3

RBC ha riportato i suoi guadagni Q1 a fine febbraio e i risultati sono stati ancora una volta forti. Gli utili per azione sono aumentati del 7% anno su anno grazie a un aumento del 5% dell’utile netto su base in dollari, insieme a un piccolo calo del conteggio delle azioni.

I ricavi sono aumentati di un forte 7% durante il trimestre, ma parte di tale crescita è stata compensata da maggiori spese. Gli accantonamenti per perdite su crediti sono aumentati del 54% in Q1, il che è piuttosto sfavorevole. Detto questo, la mossa era dovuta a un conto dei mercati dei capitali nel settore delle utility e non dovrebbe essere un problema che va avanti. RBC è stato esposto al fallimento di un singolo cliente, ma come tale, la ripetizione di questo problema sembra improbabile.

Le spese noninterest sono aumentate del 5% in Q1 contro il guadagno del 7%, implicando un’espansione del margine su una migliore efficienza. Ciò ha contribuito a compensare la debolezza del business dei mercati dei capitali e ha contribuito a incrementare gli utili in Q1. Il margine di interesse netto è sceso frazionalmente all ‘ 1,62% nel primo trimestre. Quel margine è molto basso rispetto ad altre banche che tendono ad essere nell’area alta 2% o meglio.

Il mix di entrate di RBC è unico in quanto deriva circa la metà del suo reddito da attività bancarie non tradizionali. Ciò significa che c’è molta più enfasi sulla generazione di commissioni per RBC piuttosto che sul reddito da interessi netti, come ci si aspetterebbe di vedere in una banca che si concentra maggiormente sul prestito.

Stiamo ribadendo la nostra stima di earnings 9 in utile per azione per quest’anno dopo un rapporto trimestrale essenzialmente in linea, ad eccezione dell’enorme perdita di credito nel business dei mercati dei capitali.

RBC ha recentemente aumentato il suo dividendo a $4.08 per azione e ha annunciato di aver ricevuto l’approvazione per riacquistare 1.4% o giù di lì del galleggiante.

RBC ha aumentato i suoi utili per azione ad un tasso del 9% dal 2008. Prevediamo una crescita un po ‘ inferiore a quella – 8% annuo – andando avanti. La sua crescita continuerà a venire dall’espansione negli Stati Uniti, che ha accelerato con l’acquisizione di City National Corporation in California in 2015. RBC è ancora un piccolo attore nel mercato statunitense e, di conseguenza, vediamo questo come il suo principale motore di crescita in avanti. La banca continuerà quasi certamente a crescere organicamente anche nel suo mercato interno.

L’attuale dividend yield del 3,8% è alla pari con le altre grandi banche canadesi. Vediamo che il payout continua a salire nei prossimi anni e la crescita dei dividendi dovrebbe tenere il passo con la crescita degli utili in avanti.

La stima del fair value a lungo termine di RBC è un rapporto prezzo / utili di 12, ma oggi il titolo ha un rapporto prezzo / utili di appena 11,6. Ciò implica un aumento dello 0,7% dei rendimenti totali nei prossimi cinque anni. RBC offre agli investitori rendimenti totali prospettici molto forti guardando al futuro. Prevediamo rendimenti totali annuali del 12,5%, il prodotto del rendimento del 3,8%, una crescita dell’utile per azione dell ‘ 8% e rendimenti dello 0,7% da una valutazione in aumento.

Canadian Bank Stock #1: The Bank of Nova Scotia

La Bank of Nova Scotia, o Scotiabank, è la terza più grande banca del Canada con una capitalizzazione di mercato di CAD billion 87 miliardi. Affonda le sue radici nel 1832 e da quel momento è diventata una vera banca globale.

Scotiabank ha riportato i risultati del Q1 a fine febbraio e i risultati sono stati in gran parte come previsto. Gli utili rettificati per azione sono stati di $1.75, un modesto calo del 6% contro $1.87 prodotto nel periodo di un anno fa. Tuttavia, i risultati Q1 dello scorso anno includevano un $0.12 beneficiare della rivalutazione del piano di benefici della società, quindi su base comparabile, gli utili sono stati più o meno piatti anno su anno.

I ricavi totali nel 1 ° trimestre sono aumentati del 7,3% grazie a un aumento dell ‘ 8,6% degli interessi attivi e a un aumento del 5,6% dei redditi non interessi o commissioni. Il business internazionale ha aperto la strada in termini di crescita, ma Scotiabank continua ad essere una banca molto ben gestita.

Gli accantonamenti per perdite su crediti sono aumentati del 26% anno su anno, ma ciò è dovuto alla crescita del portafoglio prestiti e alla traduzione in valuta estera. Quando una banca cresce il suo libro dei prestiti, deve prendere disposizioni contro quei nuovi prestiti, che è quello che è successo a Scotiabank in Q1; questo non riflette un calo della qualità del credito.

Le spese non di interesse hanno unito la crescita degli utili nel 1 ° trimestre, aumentando del 19% anno su anno. Ciò era dovuto ai costi di integrazione da BBVA Chile della banca, MD Financial Management, Jarislowsky, Fraser Limited e altre recenti acquisizioni. Questi non sono costi operativi in corso, quindi non siamo preoccupati in quanto le acquisizioni sono notoriamente costose da integrare per qualsiasi attività commerciale.

Dopo i risultati del Q1, stiamo ribadendo la nostra stima di earnings 7.45 in utili per azione per quest’anno. Scotiabank ha anche recentemente aumentato il suo dividendo a $3.48 per azione all’anno grazie alla sua posizione di capitale molto forte.

Fonte: Investor presentation, pagina 10

Scotiabank ha aumentato i suoi utili per azione al 9% ogni anno negli ultimi dieci anni. Può continuare questa crescita robusta, quindi stiamo prevedendo una crescita degli utili annuali dell ‘ 8% in avanti. Questo è approssimativamente in linea con la guida a lungo termine dell’azienda.

Scotiabank potrebbe produrre crescita attraverso la generazione di volumi di prestito, sia in patria che al di fuori del Canada, oltre a espandere i margini operativi attraverso minori spese. In aggiunta a ciò, la banca ha dimostrato di non aver paura di acquisire crescita, e vediamo che questo aiuta ad alimentare la prossima tappa della crescita degli utili. L’esposizione di Scotiabank a economie come Colombia, Cile e Messico dovrebbe fornire una crescita sia del volume che del margine nei prossimi anni superiore a quella che può produrre dai suoi mercati più sviluppati. Nel complesso, il futuro di Scotiabank sembra molto luminoso.

Recente debolezza del titolo ha il dividend yield fino a un robusto 4,7%, saldamente piantandolo nella categoria delle scorte di reddito. Vediamo la valutazione in aumento nel tempo, che dovrebbe vedere l’aumento del prezzo delle azioni in eccesso rispetto alla crescita dei dividendi. Nei prossimi cinque anni, il rendimento dovrebbe rimanere vicino o superiore al 4%, fornendo agli investitori una forte fonte di reddito a lungo termine.

Il rapporto medio prezzo / utili a lungo termine di Scotiabank è vicino a 12, che vediamo come fair value. Il titolo scambia per soli 9,5 volte i guadagni oggi, il che implica che potrebbe esserci un significativo 4.vento in coda dell ‘ 8% per i rendimenti totali annuali derivanti dalla valutazione in aumento. In effetti, riteniamo che oggi Scotiabank sia significativamente sottovalutata, data la sua valutazione e il suo track record di crescita.

Nel complesso, le prospettive di Scotiabank per i rendimenti totali sono molto forti. I rendimenti totali potrebbero raggiungere il 17,5% annuo per i prossimi cinque anni, consistenti in un rendimento del 4,7%, in una crescita dell’utile per azione dell ‘ 8% e in un aumento del rapporto prezzo / utili del 4,8%. Scotiabank fornisce agli investitori una miscela unica di un alto rendimento corrente, una forte crescita e una valutazione favorevole, il che significa che ha qualcosa per qualsiasi tipo di investitore. Lo vediamo come il miglior titolo bancario canadese oggi.