Articles

Everyone hates California’s self-driving car reports

Ogni anno, le aziende che gestiscono auto a guida autonoma in California sono tenute a presentare dati al Dipartimento statale dei veicoli a motore elencando il numero di miglia percorse e la frequenza con cui i conducenti di sicurezza umana sono stati costretti a prendere il controllo dei loro veicoli autonomi (noto anche come “disimpegno”). E ogni anno, quelle stesse aziende sollevano un enorme puzza su di esso.

Waymo, che ha guidato 1,45 milioni di miglia in California nel 2019 e ha registrato un tasso di disimpegno di 0.076 per 1.000 miglia auto-guidate, dice che la metrica “non fornisce informazioni pertinenti” nella sua tecnologia. Cruise, che ha guidato 831.040 miglia l’anno scorso e ha riportato un tasso di disimpegno di 0,082, afferma che “l’idea che i disimpegni diano un segnale significativo sul fatto che an sia pronto per la distribuzione commerciale è un mito.”Aurora, che ha guidato solo 13.429 miglia e ha registrato un tasso di disimpegno di 10,6 per 1.000 miglia, li chiama” fuorviati.”

Le aziende di veicoli autonomi (AV) possono essere una scatola nera, con la maggior parte delle aziende che mantengono un coperchio stretto su metriche misurabili e che dimostrano solo la loro tecnologia nelle impostazioni più controllate. Ciò significa che i rapporti di disimpegno può sentire come l’unico pezzo di trasparenza sui progressi AV la maggior parte di noi ottenere. I problemi derivano generalmente dal tentativo di utilizzare i rapporti in modi che non sono progettati per essere utilizzati: per determinare chi ha guidato più miglia, chi ha il miglior tasso di disimpegno e chi è generalmente più lontano nello sviluppo di veicoli autonomi.

“Confrontare i tassi di disimpegno tra le aziende è peggio che privo di significato: crea incentivi perversi”, ha affermato Bryant Walker Smith, professore associato presso la School of Law dell’Università della Carolina del Sud ed esperto di auto a guida autonoma. Per esempio, Smith dice, se dovesse registrarsi in California e mai testare, avrebbe guardare bene. “Se volessi guardare ancora meglio, farei un sacco di facili miglia in autostrada in California e farei i miei veri test altrove”, ha aggiunto.

I rapporti di disimpegno non sono il modo migliore per costruire fiducia e credibilità nei veicoli autonomi, sottolinea Smith. Invece, il rilascio di riepiloghi di test con dettagli e contesto è migliore. Ma nessuna azienda fino ad oggi ha fatto che.

La maggior parte dei principali attori ha presentato rapporti volontari sulla sicurezza al governo federale come parte della guida volontaria del Dipartimento dei Trasporti. Purtroppo, questi rapporti di sicurezza di solito sono poco più di materiali di marketing chiazza di petrolio.

Per quanto riguarda i rapporti di disimpegno, sono “effettivamente privi di significato”, ha affermato Sam Abuelsamid, analista senior di Navigant. Ci sono due grossi problemi: le aziende hanno molta discrezione su quando disimpegnarsi e gli ambienti di test non sono uniformi. Inevitabilmente, ciò significa che è impossibile fare un confronto mele-a-mele tra le aziende. Abuelsamid preferirebbe vedere una valutazione standardizzata delle prestazioni dei sistemi prima che qualcuno ottenga un permesso per i test sulle strade.

Il DMV osserva che sebbene i rapporti siano un requisito per i titolari di permessi, non dovrebbero essere utilizzati per “confrontare una società con un’altra o raggiungere ampie conclusioni sulle capacità tecnologiche”, ha affermato il funzionario dell’agenzia, Martin Greenstein.

“I titolari di permessi hanno tutti obiettivi e modelli di business diversi e stanno testando in modi, luoghi e condizioni diversi con diverse quantità di veicoli”, ha detto Greenstein in una e-mail. Ha aggiunto che le aziende non sono tenute a segnalare test su strade private o piste di prova e non devono rivelare test che si verificano fuori dallo stato. Non sono inoltre necessari test di sistemi avanzati di assistenza alla guida, come l’autopilota di Tesla, o test eseguiti in simulazione.

È un nuovo promemoria che la maggior parte di ciò che sappiamo sui test pubblici delle auto a guida autonoma proviene dalle aziende stesse, il che solleva molte domande. Non ci sono quasi requisiti per le aziende che fanno test pubblici in qualsiasi altro stato. I rapporti di disimpegno della California sono il vero outlier. E anche quelli offrono quello che, nella migliore delle ipotesi, può essere descritto come un quadro incompleto e, nel peggiore dei casi, è un fuorviante uno dei progressi della tecnologia.

Quindi, con questo in mente, ecco gli ultimi numeri di alcuni dei principali attori.

Waymo

Waymo, l’unità auto-guida di Alphabet, ha 153 veicoli auto-guida e 268 conducenti consentiti nello stato della California. La maggior parte dei suoi test in California è intorno al suo campus di Mountain View. (La maggior parte della flotta di Waymo si trova nell’area di Phoenix dove ha un’operazione limitata di robotaxi che serve circa 1.500 persone. Si stima che siano 600 i veicoli a guida autonoma; il numero di conducenti è sconosciuto.)

La società afferma di aver guidato 1,45 milioni di miglia in California nel 2019, con un leggero aumento rispetto agli 1,2 milioni di miglia della società nel 2018. Il tasso di disimpegno della società è sceso a 0,076 per 1.000 miglia auto-guidate o un disimpegno per 13.219 miglia.

Cruise

Foto di Andrej Sokolow/picture alliance via Getty Images

Cruise, una consociata di maggioranza di General Motors, ha aumentato la sua presenza a San Francisco dopo non aver rispettato la propria scadenza per il lancio di un servizio di taxi robot su larga scala entro la fine del 2019. La società ha ora 233 veicoli autonomi autorizzati a testare su strade pubbliche, la maggior parte dei quali operano nella Bay Area, secondo il DMV.

Cruise ha guidato 831.040 miglia nel 2019, quasi raddoppiando il numero di miglia guidate l’anno precedente. Ha registrato un totale di 68 disimpegni — 43 dei quali sono stati nei primi sei mesi. Ciò significa che il tasso di disimpegno di Cruise è 0,082 per 1.000 miglia guidate, o un disimpegno per 12.221 miglia guidate.

Aurora

Aurora, la società di auto a guida autonoma fondata dall’ex ingegnere Waymo Chris Urmson, ha solo nove auto registrate in California. Urmson ha fondato la società in 2017, insieme a Sterling Anderson, ex capo di Autopilot di Tesla, e Drew Bagnell, membro fondatore e capo del team autonomy and perception di Uber. Come tale, è ancora molto presto per l’azienda.

Aurora dice che ha guidato 39.729 miglia su strade pubbliche, di cui 26.300 sono state guidate da persone. Durante i test in modalità autonoma, la società afferma di aver subito 142 disimpegni, un quarto dei quali è stato causato da “un singolo problema software” che è stato affrontato all’inizio dell’anno. Il suo tasso di disimpegni per 1.000 miglia era 10,6, che è simile allo scorso anno.

Nuro

Immagine: Nuro

Nuro è un’altra azienda fondata da ex ingegneri Waymo. La società sta cercando di lanciare un servizio di consegna Texas utilizzando i suoi appositamente costruito, a forma di uovo R2 veicoli autonomi. Ma sta ancora facendo test in California dove ha sede. Nuro ha 36 veicoli immatricolati nello stato.

La società afferma di aver guidato 68.762 miglia in modalità autonoma nel 2019 e di aver registrato 34 disimpegni. Il tasso di disimpegno di Nuro è di 0,49 per 1.000 miglia, o uno ogni 2.022 miglia guidate.

Foto di James Bareham / The Verge

A partire dal 5 febbraio, ci sono 66 titolari di permessi e 769 veicoli di prova autonomi registrati con la California DMV, anche se è difficile valutare il numero medio che può essere trovato sulla strada in un dato momento. L’agenzia ha detto che il campo combinato ha guidato oltre 2,9 milioni di miglia in 2019.

Altri principali titolari di permesso includono Tesla (con 32 veicoli registrati con il DMV), Zoox (58 veicoli), Apple (66 veicoli), Pony.ai (22 veicoli), Lyft (20 veicoli), Mercedes-Benz (19 veicoli), Toyota Research Institute (14 veicoli), Argo.ai (14 veicoli), Nio (13 veicoli), Didi Research (12 veicoli) e Nvidia (11 veicoli).

Ecco alcuni altri numeri:

  • Tesla ha 32 veicoli registrati con il DMV, ma ha riferito solo di guidare miglia autonome 12.2 in California in 2019. Nella sua lettera al DMV, Tesla ha detto che ” ha operato un veicolo in modalità autonoma per registrare una demo su un percorso di 12,2 miglia intorno alla sede di Palo Alto di Tesla. Il percorso coperto strade di superficie e autostrade. Non abbiamo avuto alcun disimpegno in modalità autonoma durante questa corsa e, di conseguenza, non abbiamo alcun disimpegno da segnalare per l’anno di riferimento 2019.”
  • Apple ha seriamente declassato i suoi test su strada pubblica nel 2019. Dopo aver guidato 79.745 miglia nel 2018, la società di Cupertino ha registrato solo 7.544 miglia nel 2019, con 63 disimpegni o 8,35 disimpegni per 1.000 miglia. Il progetto segreto di Apple Titan è stato in flusso quasi sin dal suo inizio. Dopo aver iniziato con l’obiettivo di sviluppare un’auto a guida autonoma appositamente costruita, i piani sono stati successivamente ridimensionati allo sviluppo di software.
  • Zoox ha riferito di aver guidato 67.000 miglia autonome, la maggior parte delle quali si dice fosse nell’ambiente complesso del centro di San Francisco. Ha detto che ha sperimentato 36 disimpegni, o un disimpegno per 1.600 miglia guidate. Il suo tasso era di 0,537 per 1.000 miglia guidate.
  • Come hanno fatto le compagnie di corsa? Lyft ha detto che ha guidato 42.930 miglia nel 2019. Ha riportato 1.666 disimpegni, per un tasso di 38,8 per 1.000 miglia guidate. Uber ha ricevuto solo il permesso di testare su strade pubbliche in California all’inizio di questo mese, quindi non ha avuto alcun rapporto per 2019.
  • La crescente serie di startup a guida autonoma della Cina ha riportato alcuni numeri piuttosto impressionanti in 2019. Baidu, la risposta del paese a Google, ha detto che ha guidato 108.300 miglia e ha riportato 6 disimpegni, un tasso di 0,055 per 1.000 miglia auto-guidate. Pony.ai i veicoli 22 hanno percorso miglia 174,845, più di 10 volte il suo totale in 2018. Ha riportato 27 disimpegni, un tasso di 0,154 per 1.000 miglia. AutoX ha guidato 32.054 miglia e ha riportato 3 disimpegni per un tasso di 0.093 per 1.000 miglia. TuSimple, una startup autonoma di autotrasporti con sede in Cina, ha detto che non stava più testando i suoi veicoli in California.