Articles

Brook Taylor

(1685 – 1731)

Brook Taylor nacque a Edmonton, Middlesex, Inghilterra il 18 agosto 1685. I suoi genitori erano discendenti dell’aristocrazia inglese, ed erano ben in grado di sopportare le spese di educare il loro figlio ovviamente dotato. Brook è stato istruito a casa prima di partire, all’età di sedici anni, per il St. John’s College all’Università di Cambridge. Ha optato per lo studio della legge e ha ricevuto una laurea nel 1708, tuttavia, ha contemporaneamente perseguito il suo interesse per la matematica.

Taylor ha studiato il centro di oscillazione, il moto dei proiettili e i principi dell’attrazione capillare. Con Sir Isaac Newton, ha studiato le leggi della fisica applicate alla musica. Taylor ha anche sviluppato la teoria della prospettiva; il suo lavoro in questo settore costituisce la base matematica della moderna fotogrammetria, la scienza del rilevamento utilizzando la fotografia aerea. I risultati della sua ricerca matematica furono così impressionanti che nel 1712, all’età di ventisette anni, Taylor fu eletto membro della prestigiosa Royal Society.

Nel 1715, Taylor pubblicò i trattati che stabilirono la sua reputazione di matematico di altissimo calibro: Methodus incrementorum directa et inversa e Linear Perspective. Tra le molte scoperte chiarite nel Methodus incrementorum c’è una spiegazione del processo, ora noto come Teorema di Taylor, di espandere le funzioni in serie infinite. Questi volumi sono stati tra i suoi ultimi contributi alla matematica; ha bruscamente abbandonato la disciplina nel 1719, e si rivolse invece allo studio della teologia e della filosofia.

Taylor si sposò due volte, per la prima volta all’età di trentasei anni. Entrambe le mogli morirono di parto poco dopo il matrimonio, anche se la figlia della seconda moglie di Taylor sopravvisse. Taylor stesso morì il 29 dicembre 1731, meno di due anni dopo la nascita di suo figlio. Aveva quarantasei anni.

Collegamenti