Articles

5 le cose che potresti non aver realizzato sono appropriazione culturale

5 le cose che potresti non aver realizzato sono appropriazione culturale

Ci sono così tante culture in tutto il mondo che siamo curiosi di sapere. Mentre è perfettamente ok essere interessati al modo in cui vivono gli altri, c’è un modo per rispettare la propria etnia senza attraversare il territorio di appropriazione culturale. Sfortunatamente, abbiamo visto un sacco di casi ultimamente nei media-e nella vita di tutti i giorni — che mostrano quanto poco capiamo effettivamente di cosa si tratta l’appropriazione culturale.

La definizione di appropriazione culturale è cherry picking parti di un’altra cultura da utilizzare per il proprio piacere senza conoscerne il significato o partecipare al rituale che li accompagna. Ad esempio, se includi abiti o segni tradizionali, come un sari o un bindi della cultura indiana, nel tuo abbigliamento solo perché ne hai voglia, questa è appropriazione culturale. Un altro primo esempio è indossare un costume nativo americano per Halloween.

Ci sono alcuni modi sottili si potrebbe essere culturalmente appropriarsi e non lo sanno, però.

Ecco cinque cose che non hai capito erano appropriazione culturale.

Utilizzo di acconciature nere, come trecce o treccine

È divertente sperimentare con i tuoi capelli, e non c’è niente di sbagliato in questo. Tuttavia, vale la pena di essere consapevoli di che tipo di stili che si sta utilizzando e dove questi stili provengono da. Ad esempio, farsi i capelli in cornrows o un afro è irrispettoso per le donne nere che sono state discriminate per anni (anche licenziate dal loro lavoro!) per indossare i capelli in questi modi.

Gli uomini e le donne di colore hanno originariamente inventato questi stili perché era il modo migliore per prendersi cura dei loro capelli, non perché stavano cercando di essere spigolosi o alla moda. Molti bianchi si sono appropriati di queste acconciature, tuttavia, nel tentativo di apparire più urbani e alla moda. E non devono convivere con lo stigma legato all’essere neri.

Usare liberamente il termine “spirito animale”

@kerrywashington Per favore non usare il termine “spirito animale” in quel modo. Irrispettoso verso le credenze e le comunità indigene.

— Kanien’kehá:ka Rana (@RanaLaPina) Ottobre 25, 2015

Spesso vedrai o sentirai le persone scherzosamente parlare del loro “spirito animale”, e verrà fuori come uno scherzo. Questa è una forma molto offensiva di appropriazione culturale, però, perché c’è un significato significativo dietro l’idea di un animale spirituale, uno che è profondamente radicato nelle culture indigene.

Prima di usare questo termine per parlare di un’attrice che ami o di un tipo di cibo che ti piace, sii più consapevole del fatto che molte popolazioni, inclusi i nativi americani, sono state costrette a lasciare la loro casa dai bianchi, e sono quelli la cui cultura occupa un posto reale per gli animali spirituali.

Indossare copricapi o bindis come parte del tuo outfit

Ci sono state molte celebrità che sono chiamati fuori per questo. Pharrell Williams ha indossato un copricapo nativo americano sulla copertina di UK UK, e dopo il successivo contraccolpo, ha rilasciato scuse sincere e ha promesso che sarebbe stato più sensibile a questo tipo di appropriazione culturale in futuro.

Selena Gomez è stata conosciuta per indossare un bindi, un punto decorativo sulla fronte che proviene dall’India, in molte delle sue esibizioni. Nonostante molti commenti accesi sull’argomento, non ne ha mai parlato e ha continuato a indossarli a suo piacimento.

Anche se questi sono bellissimi pezzi di un’altra cultura, dobbiamo ricordare che queste comunità emarginate non esistono in modo da poter ricavare scelte di moda da loro. Meritano di essere visti e rispettati come società intere e sfumate—e se onoreremo la loro cultura, sicuramente prestiamo attenzione ai modi in cui vengono discriminati quotidianamente.

Parlando con un accento preso in prestito dalla cultura nera

Probabilmente hai sentito molte persone assumere un “blaccent” prima nel tentativo di essere divertente o essere cool. Ma non fare errori – è appropriazione culturale. I neri hanno affrontato molte generazioni di discriminazioni e pregiudizi nel nostro paese, eppure molti individui non riescono a riconoscere o fare qualcosa per questo fatto. Prendono invece in prestito un’estetica dalla cultura nera e la usano per il proprio intrattenimento. È riduzionista e dannoso per tutti noi.

Mettere le bacchette nei capelli

Gli asiatici vengono colpiti da stereotipi offensivi spesso nella cultura di oggi, e questo è un altro esempio di un’altra cultura ricca ridotta a una tendenza tanto imprecisa quanto offensiva. Non lasciare mai che qualcuno ti dica che indossare le bacchette tra i capelli è una celebrazione della cultura asiatica, perché non c’è nemmeno alcuna tradizione nei paesi asiatici in cui indosseresti le bacchette tra i capelli. Ci sono bastoncini per capelli che vengono tradizionalmente messi nei capelli, ma non è la stessa cosa.

L’appropriazione culturale non è solo un peso per le persone di colore e le comunità emarginate da portare. Dovremmo tutti preoccuparci di appropriarci potenzialmente delle culture altrui. Dovremmo lottare per una società guidata dal rispetto e dalla comprensione, non dall’ignoranza e dal disprezzo.